Cura e ospitalità. Lo stile di Ahmed, il pastore.

Quando entro nella “stanza delle necessità”, che non è altro che una stanza piena di cose utili ed inutili che si accumulano a velocità incredibile, trovo Ahmed che ascolta le notizie che provengono dal suo paese o che dialoga al telefono con i suoi amici o che prega inginocchiato, rivolto a nord. Mi scuso perché non lo voglio disturbare ma lui mi dice sempre con la sua voce squillante “Maestra, non ti preoccupare, entra pure non disturbi! Com’è andata la giornata? Come stanno i bambini?” e ci raccontiamo, io dei miei bimbi di scuola e lui della sua giornata in Cascina. 

Ahmed è il pastore della nostra Cascina AlbaTerra, uno dei progetti che nasce dall’esperienza di accoglienza dell’Associazione sulle Orme, dove ci sono capre e pecore brogna, una specie tipica della Lessinia, la nostra zona. Ahmed, da tre anni, da quando vive in Comunità, le accudisce. Mi racconta che quando è arrivato le capre “non stavano bene”, le ha trovate brutte perché mangiavano poco fieno e bevevano poca acqua, ha iniziato a dare da mangiare alle capre nel modo giusto: “hanno bisogno di mangiare 4 – 5 ore al giorno e di bere acqua pulita, ora hanno un pelo bello e lucido.” 

Abitiamo insieme con altri fratelli e sorelle, in Comunità a Fittà, un borgo sulle colline di Soave, in provincia di Verona. Viviamo in 20 persone di tutte le età, dai 20 ai 60 anni, di tutte le provenienze, persone che stanno facendo un percorso per uscire dalle dipendenze, persone con delle fragilità, persone che hanno scelto di condividere la quotidianità e persone, come Ahmed, che hanno bisogno di una casa e di un lavoro. Proprio il lavoro è stato l’anello di congiunzione che ha fatto intrecciare le nostre vite. All’Associazione serviva un pastore e parlando con degli amici di un’altra associazione di Vicenza abbiamo saputo che Ahmed cercava lavoro come pastore, si occupa di pastorizia da sempre. Il pastore lo sa fare bene, la cura e l’attenzione che ha verso gli animali è veramente speciale, anche il veterinario di fronte ad un caso difficile ha detto “fate come dice Ahmed”. 

Ahmed è una bella presenza in Comunità, lui dice che gli piace stare qui, ama il fatto che si mangi tutti insieme come si fa in Africa e che si preghi prima di mangiare intrecciando religioni e spiritualità individuali. Gli piace condividere la quotidianità con altri e dice che se uno è arrabbiato o triste gli si sta vicino per aiutarlo.

Ahmed è partito dal Mali nel 2014 è passato dalla Libia dove ha trascorso un anno ed è riuscito ad arrivare a Lampedusa. Del suo racconto emerge la fatica del viaggio e della permanenza in quei luoghi non-luoghi dove l’umanità vacilla. La nostalgia di casa traspare, lo si capisce quando la sua voce si fa più sottile, sono tanti anni che non vede la moglie e le figlie ma lui ha fede, fede in Dio. Mi dice sempre che è importante ricordarlo, non dimenticarlo e confidare il Lui: “Dio ti dà la possibilità di mettere i tuoi problemi in un contenitore, come quando si ha tanto latte e per contenerlo è necessario avere dei recipienti.” 

La speranza si sta concretizzando, quest’estate la moglie verrà a trovarlo in Italia, a Fittà, nella nostra casa “che respira” di accoglienza e reciprocità, conoscerà tutta la famiglia allargata nella quale Ahmed è stato accolto e che sua volta, da tre anni, accoglie i fratelli e sorelle che si sono presentati sulla soglia. 

                                                                                 Francesca e Ahmed 

                                                                       Associazione sulle Orme, Fittà, Verona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...