Sbracciarsi per abbracciarsi

Ieri sono stata nella casa di Mohammed.
Quando sono arrivata ho suonato il clacson per farmi sentire.

Lui è corso fuori salutandomi così forte con la mano, che ho avuto paura gli si staccasse.
Mi ha aperto il cancello con gli occhi sorridenti e sono entrata con l’auto. Poi l’ha chiuso dietro di sé con molta fretta per venire ad aiutarmi.
Io, mascherina e guanti come da protocollo. Anche lui. Mascherina e guantoni sulle sue manine che sembravano ancora più piccole.
Dispositivi di sicurezza per tutti. Mamma, papà, Mohammed, e fratellini.

La nostra è stata una conversazione impacciata, a distanza.


Dopo aver sbrigato le faccende lavorative, mi sono concessa qualche parola al volo. Il papà mi ha detto che pregano ogni giorno tutti insieme, così la preghiera vale di più. Hanno chiesto anche alle loro famiglie in Egitto di pregare per l’Italia, “che con noi è un paese gentile anche adesso che piange”.

Mi ha tradotto tutto Mohammed, che faticava a parlare con la sua mascherina appiccicata alle guance. Ma ascoltava attento il papà e mi sorrideva orgoglioso.

Alla fine ha aggiunto alle parole del papà che quello che gli avevo portato era una sorpresa bellissima: farina, candeggina, pasta. Bellissimo.

Poi, usciti, Mohammed mi ha mostrato entusiasta l’erba che circonda la casetta, facendomi piegare sulle ginocchia per vedere meglio: “L’ho tagliata la settimana scorsa col papà, ma è cresciuta ancora. Il verde è il mio colore preferito, perché è il colore dell’Egitto nella cartina politica a scuola. Robi guarda bene, è nata ancora. L’ho sperato forte ed eccola qua. Alhamdulillah ”

Ci siamo promessi un lungo abbraccio in tempi migliori.

Tornando ho pensato a Mohammed e alla sua famiglia, che qualche anno fa, si mettevano in mare per trovare la vita.


Con la fede come unico dispositivo di sicurezza.
E poche preghiere per loro, persone gentili, che chissà quanto avranno pianto.

Andrà tutto bene. Inshallah.

Roberta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...