ALPHA HA UN SOGNO (per l’Italia) 

A pochi chilometri da Racale il giovane Alpha ha trovato lavoro per la stagione estiva ma, non avendo un posto dove dormire, ha chiesto aiuto al Centro Agapolis (città conviviale) della parrocchia di Sant’Antonio di Gallipoli.

Già dopo il primo usuale colloquio con gli operatori, Alpha sembra preoccupato più di realizzare il suo sogno che di tenersi stretta la brandina offerta senza problemi dalla parrocchia: “Voglio continuare gli studi che ho iniziato in Guinea e iscrivermi alla facoltà di scienze politiche di Lecce perché vorrei far capire a tutti che nessun uomo è illegale”.

Era sbarcato a Lampedusa e dice spesso che allora non immaginava che gli orari impossibili di lavoro in un ristorante pieno di turisti gli avrebbero riempito la mente e sfinito il corpo.

Ma il suo sogno riaffiora sempre: andare prima possibile all’università per aiutare il paese che lo ha accolto a superare questo momento di razzismo dilagante. E ripete ai giovani del Collettivo di Pax Christi ospiti della  parrocchia:

“Devo riuscire a convincere più persone possibili che non esistono le razze, ma una sola umanità!”

Intanto L’amministrazione comunale di Racale scandalizza i politici e i media decidendo di apporre un cartello stradale chiaro e inequivocabile come il sogno di Alpha: “Racale, città antirazzista. La nostra comunità conosce una sola razza, quella umana”.

don Salvatore

RACALE_città_antirazzista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...