SE L’ITALIA FACESSE PONTE contro il razzismo

Crediamo nella diversità come ricchezza. Crediamo che se la nostra piccola città ma anche tutto il nostro Paese, l’Italia, diventassero più accoglienti, si garantirebbe una convivenza più serena, senza paure e muri.

Il 28.11.2015, dopo gli attentati al Bataclan, un sit-in molto partecipato ci ha dato il via: “il terrore non cambierà le nostre abitudini, se non una: aumentare gli sforzi per il dialogo”. E’ nato così il Tavolo per la Pace e la Nonviolenza di Spinea “Il Ponte”, un luogo di incontro e confronto tra istituzioni pubbliche, associazioni, singoli cittadini: enti che sono prima di tutto persone, persone che si fanno amici, amici che si fanno comunità.

Ci appassionano l’accoglienza, l’integrazione, la pace, l’ambiente, per realizzare una convivenza civile nel nostro territorio e offrire soluzioni e narrazioni diverse alle questioni, con razionalità e visione futura.

“Tavolo” perché siamo tutti uguali, alla pari, perché luogo di incontro e condivisione nel quale valorizzare le esperienze di ciascuno.

“Per la Pace”, per uscire dal fango che ci circonda, perché ce n’è bisogno ovunque: nei “lontani” paesi colpiti dalle guerre, trai banchi delle scuole, nei bar dove prendiamo il caffè, nelle nostre case.

“Per la Nonviolenza” perché all’indifferenza bisogna rispondere con attivismo, azioni, ciascuno come può.

“Il Ponte”, perché i muri verbali e fisici vanno superati.

IL PONTECi troviamo ogni secondo lunedì del mese alle 18.00 presso la sede del CISM di Spinea (via Cici 25). Gli incontri sono aperti: ti aspettiamo!

Seguici su Facebook: Tavolo per la Pace di Spinea

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...